04 febbraio 21 - IL PROGETTO DI MICRO-CREDITO AGRICOLO A LEGAZPI: SVILUPPO CONTINUO DELL'AGRICOLTURA IN ALTOPIANO

Ci scrive dalle Filippine il Salesiano Luigi Parolin, che sovraintende al progetto di micro-credito agricolo sostenuto dalla nostra Fondazione e realizzato dal Don Bosco Agro-Mechanical Technology Center di Legazpi, aggiornandoci sui progessi dell'esperienza in atto.

PRODUZIONE DI FRUTTA
Il Don Bosco Agro-Mechanical Technology Center ha sistemato un terreno collinare di 1 ettaro e piantato cocco ibrido nella "Fattoria Dimostrativa Don Bosco", in collaborazione con l'Autorità Filippina del Cocco (PCA).
Sono state piantate 190 piantine di cocco ibrido e altre 80 saranno piantate in un altro terreno vicino. Il lancio della coltivazione del cocco ibrido si è tenuto lo scorso 27 agosto 2020 e ha visto la partecipazione dei tirocinanti, dei tecnici e dei Salesiani del Centro Don Bosco con il personale e gli ufficiali della Philippine Coconut Authority. Contemporaneamente è avvenuto il lancio della coltivazione del Makapuno (il cocco naturale).
Poiché la regione di Bicol è ancora sotto la quarantena generale, i partecipanti al progetto sono stati incaricati di seguire rigorosamente le linee guida indossando mascherine, schermo facciale e osservando le distanze sociali.

Nel progetto è prevista la coltivazione tra le file di noci di cocco di altre piante, come la patata dolce, la manioca e le arachidi. Sono state piantate anche circa 100 zucche e preparato lotti di terreno per la produzione di mais dolce, mais bianco e mais giallo che verranno piantati a febbraio 2021.

FORMAZIONE DI AGRICOLTORI E AMPLIAMNETO DEL MICROCREDITO
La regione, come già  accennato, è ancora in piena pandemia Covid-19, la quale ha causato il ritardo nella formazione degli agricoltori come previsto dal progetto.
Le aziende agricole e gli agricoltori sono stati anche fortemente danneggiati da 3 tifoni consecutivi “Rolly”, “Quinta” e “Ulisse” che hanno devastato l'intera provincia lo scorso novembre 2020.
Il programma di microcredito del Centro Don Bosco resta comunque disponibile per aiutare gli agricoltori a superare le perdite subite dovute ai danni al raccolto portati dai tifoni.
Nell'ambito del progetto è stato anche fornito un capitale circolante per la “Cooperativa Agricola Polivalente Don Bosco”, che funge da braccio esterno del Centro per raggiungere i più poveri e per realizzare gli obiettivi previsti nel progetto:
- assistere i membri nel loro lavoro imprenditoriale agricolo;
- generare reddito dalla produzione e lavorazione dei prodott;
- prestare servizi ai propri soci ed elevare il tenore di vita dei soci stessi;
- promuovere i prodotti agricoli come effettiva fonte di reddito nell'avvio di un'impresa, soprattutto in questo periodo di pandemia.

COSTRUZIONE DELL'AREA COMPOST
Per quanto riguarda questo componente, è stato realizzato un capannone costituito da 4 cubicoli. Questo sarà di grande aiuto per l'agricoltura biologica e presto servirà anche come attività generatrice di reddito aggiuntivo nel programma di sviluppo agricolo. 

MIGLIORAMENTO TECNICO-MECCANICO
Per quanto riguarda l’ambito dei macchinari tecnici, il Centro Don Bosco ha acquistato strumenti meccanici da utilizzare nella fabbricazione, manutenzione e miglioramento continuo di attrezzature e attrezzi meccanici necessari pe rle coltivazioni.

MIGLIORAMENTO DELLE STRUTTURE
È stata eseguita una riparazione importante alle gabbie a rastrelliera per le galline ovaiole, sistemando anche l'impianto idrico per gli abbeveratoi.
Altre strutture agricole, come l'area di lavorazione della fattoria, sono state dipinte; la casa colonica e il magazzino sono stati riparati.

Malgrado la situazione drammatica che tutte le nazioni del mondo stanno affrontando in questo momento storico e malgrado i danni causati dai tifoni, molto frequenti nelle Filippine, le notizie positive fanno ben sperare per il futuro!

Scopri di più sul progetto di Micrecredito agricolo a Legazpi: clicca qui!