13 aprile 16 - QUARESIMA AFRICANA A PUGNIDO - ETIOPIA

Dalla Missione di Pugnido, Gambella Park in Etiopia ci scrive Don Filippo Perin per comunicarci alcune news.

Carissimi amici, qui siamo ancora in quaresima, in tutti i sensi perché non solo Pasqua sarà il 1 maggio, ma perché il caldo è stabile sopra i 40°C.

La situazione tra Anuyak e Nuer, le etnie locali in continua lotta tra loro, sta tornando alla normalità, anche se è stato necessario mettere dei soldati all'interno della scuola. Abbiamo riaperto l’hostello ma solo metà degli studenti sono tornati per il secondo semestre.

Purtroppo una settimana fa sono tornati i Murle, etnia del Sud Sudan, misto di guerrieri, razziatori di mucche e soprattutto di bambini. Hanno attaccato un gruppo di capanne vicino al villaggio di Two, 50 km da Pugnido. Entrando nelle capanne hanno ucciso tutte le persone che hanno trovato, circa 16 e rapito 6 bambini e poi sono scappati in Sud Sudan.

Non era mai avvenuto un attacco così feroce in questa zona. Questa settimana l’abbiamo dedicata alla preghiera per tutte le persone scomparse e per i bambini rapiti, in tutte le cappelle in cui siamo andati.

Le attività della missione continuano sempre, la chiesa e la parrocchia, l’hostello, l’asilo, l’oratorio, ormai con una presenza stabile di circa 200 tra bambini e ragazzi, stiamo sistemando i campi, le giostre e gli scivoli, le recinzioni, calcetti e tante altre cose per renderlo più sicuro e meno caotico, anche se è veramente bello con la presenza dei bambini e dei ragazzi che vengono a giocare ogni giorno.

Con affetto abba Filippo