07 maggio 18 - AIUTARE I GIOVANI, SEMPRE!

Non parole, ma fatti: la Fondazione Opera Don Bosco si è contraddistinta negli anni per essere sempre in prima linea nell’aiuto del prossimo con progetti concreti, volti ad aiutare realmente chi ne ha bisogno, contribuendo a risollevare persone e, in un’ottica futuristica, territori, da condizioni di povertà estreme.

Etiopia, Burundi, Congo, Honduras, Myanmar, Isole Solomon, Congo, Sud Sudan, Uruguay, Siria: sono tante le aree che nel corso del 2017 sono state oggetto di progetti volti a contrastare emergenze umanitarie, ideati per realizzare interventi a lungo termine o sostegni a distanza. Storie e territori diversi, contraddistinti da progetti e missioni che differiscono sotto tanti aspetti, ma che sono accomunati da uno scopo comune: far ritrovare ai ragazzi e alle ragazze la loro dignità e il loro posto nella famiglia e nella società.

 Con 1.820.925 euro raccolti nel corso del 2017 grazie alla generosità di tanti benefattori è stato possibile realizzare 25 progetti in 16 nazioni del mondo, mettendo da parte un importante fondo da utilizzare quest’anno per nuove attività e a supporto di molteplici missioni. Un risultato grandioso, per il quale la Fondazione ha ringraziato tutti i suoi benefattori, persone uniche, non per forza legate al mondo salesiano e/o ecclesiastico perché: "I nostri progetti coinvolgono dall’Italia persone di estrazione sociale, caratteristiche demografiche, interessi e credi differenti. Si tratta di una peculiarità non indifferente, che consideriamo un grande valore che va a confermare la bontà delle nostre azioni, lontane da logiche politiche e non per forza legate strettamente ad una chiave di lettura religiosa: quello che vogliamo è aiutare il prossimo, certamente le nostre azioni sono scandite dagli insegnamenti di Don Bosco, tuttavia la concretezza è quello che sicuramente ci contraddistingue e ci fa riconoscere all’interno di una comunità estremamente ampia e diversificata”.